Prestito Protestati

Prestito Protestati
Prestito Protestati

Se in passato si è stati iscritti nei registri dei cattivi pagatori, poter godere nuovamente di un ulteriore prestito può essere particolarmente difficoltoso.

Infatti ogni società finanziaria o banca ha accesso a tutte quelle le informazioni riguardanti le operazioni finanziarie e gli eventuali protesti di chiunque abbia goduto di un prestito ed un cliente iscritto in queste liste è per loro potenzialmente rischioso.

Per tale ragione sono state create apposite formule di prestito più accessibili anche a questa categoria. Un protestato può avvalersi della scelta tra più proposte in base alle garanzie che offre al momento della richiesta.

Qualora egli dimostri di godere di un reddito costante i finanziamenti più adatti sono la cessione del quinto dello stipendio e/o il prestito delega; in entrambi i casi infatti, lo stipendio rappresenta una forma di garanzia per l’istituto di credito, anche per i protestati.

L’assenza di una busta paga esclude automaticamente dalla possibilità di richiedere le suddette formule, quindi tutti coloro che non posseggono un lavoro da dipendente possono in alternativa ripiegare sulla formula del prestito cambializzato.

In questo caso è necessario dimostrare la propria condizione economica tramite la dichiarazione dei redditi. Talvolta viene richiesta, quale garanzia aggiuntiva, la firma di un terzo soggetto che, dimostrando anch’egli di possedere un reddito fisso e costante, s’impegna a supplire al protestato in caso d’impossibilità al pagamento.

Quelle esposte sono le regole generiche alle quali le società finanziare si affidano ma l’offerta in termini di somme, interessi e rimborsi, è ovviamente variabile e dipende dall’istituto di credito prescelto.