Prestito Pensionati

Prestito Pensionati
Prestito Pensionati

A volte la sola pensione non è sufficiente per coprire eventuali spese impreviste ed inattese. Fortunatamente sono state create formule di finanziamento dedicate proprio a questa determinata categoria socio-economica.

Prerequisiti sono la titolarità di una pensione (esclusa la pensione di invalidità) ed un’età non superiore ai 77 anni poiché l’istituto di credito deve garantirsi un minimo di anni sufficienti al totale rimborso della quota elargita.

Per poter usufruire del prestito non è necessaria alcuna garanzia – quindi è a beneficio anche di tutti coloro che hanno già un mutuo pregresso o un altro prestito attivo – se non la dimostrabilità di godere di una pensione dalla quale verrà detratta mensilmente la rata della restituzione stabilita al momento del contratto.

Tutti i pensionati dell’Inpdap, ad oggi risultati essere i maggiori richiedenti di questa conveniente formula, possono godere anche di ulteriori benefici per ciò che riguarda i costi e le quote del prestito.

Nello specifico questa forma di prestito è non finalizzata poiché non bisogna giustificare la destinazione del denaro ottenuto. Non sono presentii costi relativi all’apertura della pratica ed è inoltre prevista la possibilità di richiedere anche l’estinzione anticipata del debito.

Come abbiamo già specificato il rimborso avviene tramite trattenuta sull’assegno mensile della pensione che deve rimanere, al netto della ritenuta da parte del creditore, non inferiore ai 500 euro; ovviamente si tratta di cifra orientativa proprio perché ogni istituto di credito stabilisce una propria quota ed una propria modalità di concessione.