Piccolo Prestito Inpdap

Prestiti Inpdap
Prestiti Inpdap

Il piccolo prestito Inpdap è una formula di finanziamento destinata a tutti i pensionati e dipendenti pubblici iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali al fine di sostenerli in caso di improvvisa necessità.

I prestiti sono elargiti nei limiti delle disponibilità annuali previa domanda formale redatta sugli appositi modelli reperibili presso l’Istituto e consegnata agli Uffici provinciali o territoriali dell’INPDAP di competenza.

Non è necessario produrre nessun documento accessorio né sostenere alcuna spesa al momento della domanda.

Vediamo nello specifico le diverse formule proposte: Prestiti annuali INPDAP: è possibile richiedere un importo pari alla mensilità media netta della pensione o dello stipendio, qualora non vi siano altre trattenute sulla quota dello stipendio/pensione, è possibile arrivare fino a due mensilità.

Il rimborso avviene in 12 mensilità. Prestiti biennali: si possono ottenere un prestito pari a due mensilità medie e fino a quattro mensilità per tutti i richiedenti che non hanno altre trattenute sullo stipendio con restituzione in 24 mensilità.

Prestiti triennali: il prestito, rimborsabile in 36 rate mensili, varia da tre mensilità medie a sei mensilità per tutti coloro che non hanno in corso altre trattenute.

L’importo massimo erogabile è di 8 mila euro. Il tasso d’interesse nominale annuo è applicato sull’importo lordo della prestazione ed è pari al 4,25% . A questo vanno aggiunti i costi relativi alle spese di amministrazione pari allo 0,50% dell’importo totale ed un premio fondo rischi.

E’ altresì possibile rinnovare il piccolo prestito qualora siano trascorsi almeno 6 mesi per i prestiti annuali, 12 mesi per i prestiti biennali e 18 mesi per quelli triennali.